header photo

                                                                                       HOME

 

Il nostro approccio:  

   

  

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 2012  la nostra associazione  si è affidata all’esperienza e alla professionalità dell’etologo Francesco De Giorgio per creare un percorso che preservasse le qualità sociali, cognitive e relazionali che questo gruppo di cavalli allo stato semibrado ha dimostrato di avere  fin dall’inizio della sua storia. 
La gestione dei cavalli durante il periodo invernale e lo svolgimento della transumanza stessa, si basano sui principi etologici ed etici dell’approccio zoo antropologico. In opposizione a quello antropocentrico, in cui il cavallo deve produrre valore, essere sottomesso e rispondere adeguatamente alle aspettative umane, questo metodo invece mette al centro l’animale, la sua soggettività, la sua capacità espressiva e relazionale con i propri simili e con l’ambiente circostante. Aprire la mente a questa visione più ampia e anticonformista richiede uno sforzo non indifferente e una pratica quotidiana Ed ecco che il recinto da spazio chiuso e conosciuto si dilata per diventare spazio nuovo di incontro, di dialogo, di contaminazione tra umani e non umani: una lunghina si trasforma in un inaspettato strumento di connessione e non più di sottomissione, una semplice coperta e un berretto di lana interessanti oggetti in movimento da esplorare e le mani dell’uomo, così avvezze a imporre e limitare, così come la mente e le sue aspettative nei confronti degli animali, vengono finalmente dimenticate.

Corriere del Ticino 6 marzo 2014: Intervista all’etologo Francesco De Giorgio

Foto dell’ incontro dell’etologo Francesco De Giorgio e  dei rappresentanti della LAV con i cavalli del Bisbino: momenti di condivisione e esplorazione